fbpx

“Ispettore dei Centri di Controllo privati autorizzati all’effettuazione della revisione dei veicoli a motore e dei loro rimorchi”

CORSO ORGANIZZATO IN PARTNERSHIP CON Auto Cons ENGINE copia

Normativa:  

La “Conferenza permanente per i rapporti tra Stato-Regione”, in data 17 aprile 2019, ha sancito, ai sensi dell’art.4 del decreto legislativo 28 agosto 1997 n.281, art. 13 Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti 19 maggio 2017 n° 214 allegato IV, il nuovo accordo Stato-Regioni relativo ai nuovi criteri di formazione dell’ispettore dei Centri di Controllo privati autorizzati alla effettuazione della revisione dei veicoli a motore e dei loro rimorchi.

Requisiti Di Accesso:

I requisiti d’accesso ai moduli sanciti da normativa sono ivi di seguito specificati:

  • Modulo A 

Titoli di studio validi per l’ammissione afferenti tale attività ex art. 3 comma 2 letta a) D. lgs 28 agosto 1997 n.281:

  1. diploma di liceo scientifico;
  2. diploma quinquennale rilasciato da Istituto tecnico – Settore tecnologico;
  3. diploma quinquennale di maturità rilasciato da Istituto professionale di Stato del settore Industria/ artigianato – Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica;
  4. diploma quadriennale di Istruzione e formazione professionale di cui all’Accordo in Conferenza Stato- Regioni del 27 luglio 2011, di “Tecnico riparatore di veicoli a motore”;
  5. altro titolo dichiarato equipollente nei modi di legge;
  6. diplomi quinquennali rilasciati da istituti tecnici, settore tecnologico (incluso Geometra).

Esperienza minima richiesta: l’esperienza – di complessivamente almeno 3 anni – consiste in periodi di tirocinio o di lavoro o ricerca, anche in combinazione fra loro, aventi ad oggetto prevalente i veicoli stradali ovvero prove tecniche, anche di natura sperimentale, svolti presso:

  1. officine di autoriparazione di cui alla legge 5 febbraio 1992, n.122;
  2. centri di controllo;
  3. aziende costruttrici di veicoli o loro impiantistica;
  4. Università o Istituti scolastici superiori.

Sono esentati dall’obbligo di frequenza al percorso formativo del Modulo A coloro che sono in possesso di laurea triennale in ingegneria meccanica, laurea magistrale o vecchio ordinamento in ingegneria e gli ispettori qualificati ai sensi dell’art. 13. Comma 2, del Decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei trasporti n. 214/2017.

  • Modulo B 

Esperienza minima richiesta di complessivamente almeno 6 mesi per coloro che accedono al corso grazie al possesso di laurea in ingegneria. L’esperienza consiste in periodi di tirocinio o di lavoro o ricerca, anche in combinazione fra loro, aventi ad oggetto prevalente i veicoli stradali ovvero prove tecniche, anche di natura sperimentale, svolti presso:

  1. officine di autoriparazione di cui alla legge 5 febbraio 1992, n°122;
  2. centri di controllo;
  3. aziende costruttrici di veicoli o loro impiantistica;
  4. Università o Istituti scolastici superiori.

Sono esentati dall’obbligo di frequenza al percorso formativo del Modulo B  gli ispettori qualificati ai sensi dell’art. 13. Comma 2, del Decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei trasporti n. 214/2017.

L’avvenuta esperienza deve essere certificata dall’azienda o dall’ente privato abilitato nelle aree riguardanti i veicoli stradali ex Art.3 comma 2, letta b) D. lgs 28 agosto 1997 n.281.

  • Modulo C

Essere in possesso di una delle due certificazioni: abilitazione di responsabile tecnico di revisione in data precedente al 20/5/2018 oppure abilitazione di ispettore di revisione Modulo B.

Scansione in Ore dei 3 Moduli succitati:

Il percorso formativo si compone di tre moduli che se frequentati nella totalità hanno un monte ore pari a  346 ore:

  1. Modulo A della durata di 120 ore: formazione teorica iniziale;
  2. Modulo B della durata di 176 ore: formazione teorico-pratica per poter accedere all’esame finale di abilitazione alla revisione periodica di: autovetture; moto, motocicli e scooter; minibus fino a 16 persone; veicoli commerciali di massa inferiore a 3,5t;
  3. Modulo C della durata di 50 ore: formazione teorico-pratica per poter accedere all’esame finale di abilitazione alla revisione periodica di: furgoni di massa superiore a 3,5t; camion, tir, autocarri; autobus, scuolabus, pullman.

Modalità di certificazione

Al termine di ciascun modulo, ai candidati verrà rilasciato un attestato di frequenza e profitto, per cui è richiesta una frequenza minima dell’80% delle ore di lezione.


    RICHIEDI SUBITO INFORMAZIONI

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Il Tuo Numero (richiesto)

    Interessato al corso? (richiesto)

    Come ci hai trovato?

    Richieste